« Torna agli articoli

FARE MUSICA UN BALSAMO SENZA ETA’

31 agosto 2016 | La Verdi Direzione

La musica fa bene. Lo sapevano gli antichi, che avevano codificato gli

effetti, veri o presunti, della musica sull’essere umano nella sua unità

di corpo e di spirito; lo dimostrano sempre nuovi studi, che

evidenziano i benefici della pratica musicale sotto moltissimi aspetti

(neurologici, motori, cognitivi, relazionali…); ne è conscio, in maniera

più o meno esplicita, chiunque abbia sperimentato il godimento e la

serenità, la gioia e la capacità di unire che la musica può regalare a

chi la crea, a chi la ascolta ed a chi la esegue. Recentemente, uno

studio realizzato in Australia ha portato alla luce un aspetto finora

trascurato della musica, rivelando come non solo non sia praticamente

mai troppo tardi, nella vita, per iniziare a suonare uno strumento

musicale, ma come anzi la pratica musicale in età non più verde possa

migliorare notevolmente la qualità di vita nella terza età. Jennifer

MacRitchie, docente di Music Perception and Cognition all’Istituto Marcs

della Western Sydney University di Australia, ha realizzato questo

studio innovativo avvalendosi della propria doppia formazione sul piano

musicale e su quello ingegneristico, in particolare utilizzando la

tecnologia di “motion capture” per studiare i movimenti del corpo nell’esecuzione musicale.

CONTINUA QUI : http://www.avvenire.it/Cultura/Pagine/fare-muscia-un-balsamo-senza-eta.aspx

+Copia link